Auguri

Un caro augurio a tutti di Buon Natale e Buone Feste dal Centro Tụê Phong

L'Inverno

L'inverno è il momento nel quale predomina un movimento di ciò che si ritira e si nasconde: la vegetazione è più rada e rientra nel suolo, le piante si ritirano nelle proprie radici. Si ha la percezione di qualcosa che si nasconde, che si perde, ma che si ritroverà laddove la vita ricomincia, ove la linfa sgorgherà.

L'inverno è la stagione che chiude il ciclo annuale. In questo periodo, la terra, spesso ricoperta di neve, è a riposo, in attesa che il suo ciclo produttivo riprenda a pieno ritmo in primavera; gli alberi, spogli, devono resistere al freddo, mentre gli animali cercano riparo nelle tane limitando al massimo la loro attività.


Incontro di Viet-Khi-Phap

Incontro di Viet-Khi-Phap
e dintorni...
a cura di Paola Mongera
del VCI Dynamica Bình-Lâm (Trento)

Sabato 20 Dicembre 2014 dalle 16 alle 18
Presso la palestra di Casa Moro
a Oderzo (TV) in Via Postumia 6/B (ved. mappa)



Programma:
  • INTRODUZIONE: leggeri come le piume
  • NAM PHEP THO TRONG: i 5 metodi di respirazione
  • HO DIEP CONG: la respirazione delle farfalle
  • BAI DI XA: le respirazioni del viaggiatore

a seguire, facoltativo e se in numero sufficiente (dalle 18 alle 19)
  • Una semplice meditazione per rilassarsi dallo stress pre-natalizio.


Per saperne di più sul Viet-Khi-Phap, clicca qui.
Per ulteriori informazioni/prenotazioni chiedere a:
Massimo (+39 347 2177975, vtc.oderzo@gmail.com),
oppure a Paola (+39 349 3459770, paolamongera@gmail.com)

E' gradito un libero contributo per le spese organizzative

Il modo di fare progressi

L’insegnante di ceramica annunciò il primo giorno che avrebbe diviso la classe in due gruppi. Tutti quelli sul lato sinistro dello studio sarebbero stati valutati esclusivamente in base alla #quantità del lavoro prodotto, tutti quelli a destra alla #qualità del lavoro. Il suo procedimento era semplice: l’ultimo giorno di lezione avrebbe portato la bilancia del bagno e avrebbe pesato il #lavoro del gruppo della “quantità”: venticinque chili di vasi avrebbero meritato un “ottimo”, venti chili un “buono”, e così via. Coloro che venivano valutati in base alla “qualità”, tuttavia, dovevano produrre soltanto un vaso, quantunque perfetto, per prendere un “ottimo”. Beh, giunse il momento della votazione ed emerse un fatto bizzarro: le opere di qualità più elevata erano state tutte prodotte dal gruppo che veniva valutato per la quantità. A quanto pare, mentre il gruppo della “quantità” sfornava alacremente una grande quantità di lavoro, e imparava dai propri errori, il gruppo della “qualità” era rimasto seduto a teorizzare sulla perfezione, e alla fine i suoi sforzi avevano prodotto poco più che teorie grandiose e un mucchio di argilla informe.
Non importa se i tuoi #obiettivi sono nell'area dell’arte, degli affari, del ministero sacerdotale, degli sport o delle relazioni. L’unico modo per fare #progressi è fallire presto, fallire spesso, e fallire andando #avanti!
 
 

La postura WU JI

Una postura che in palestra assumiamo spesso...
Leggiamo questo interessante articolo tratto da La Luna Nel Lago...

"Si tratta della postura che ogni praticante assume prima di iniziare ogni esercizio di QI GONG. La postura WU JI, letteralmente del "Non-Colmo", è conosciuta anche con altre definizioni: "Postura dell'essere umano libero ed eretto", dei "Cinque allineamenti", della "Energia latente e non manifesta", della "Giusta attitudine". Lo scopo nell'assumere questa posizione è relazionare l'Uomo, nel modo migliore, rispetto al Cielo ed alla Terra ed ottenere, attraverso questa verticalità, l'Unione dei Tre-Uno (SAN YI 三一)."

Continua a leggere...